Mario Biondi

 

 

A 12 anni canta nei cori gregoriani in chiesa e nelle piazze siciliane grazie al padre Giuseppe Ranno attraverso varie esperienze e gavetta in giro per l'Italia, si perfeziona nella lingua inglese, che diventa la lingua in cui canta.
Turnista nelle sale di registrazione per etichette di nicchia, dal 1988 comincia a fare da spalla a big dell'epoca, come Ray Charles.

Appassionato di musica soul, forgia il suo particolare timbro vocale ascoltando i dischi di interpreti come Lou Rawls, Al Jarreau e Isaac Hayes. Grandissima importanza nella crescita artistica del cantante ha il suo conterraneo Gianni Bella.

La svolta arriva nel 2004 con This Is What You Are. Il singolo era stato pensato per il mercato giapponese, ma arriva anche sul tavolo delle radio europee.
Il famoso DJ inglese Norman Jay lo inserisce a sorpresa nella scaletta del suo programma alla BBC1 e la voce di Mario Biondi, prima ancora del suo nome, si diffonde in tutto il vecchio continente. Arriva il riconoscimento del Consolato britannico alla cerimonia di premiazione dell'associazione UK-Italy Business.

Nel 2006 esce il suo primo album, Handful of Soul, inciso col gruppo High Five Quintet, che lo porta alla ribalta facendogli conquistare, dopo tre mesi, il primo dei due disco di platino.

Nello stesso anno partecipa al progetto benefico Alex - Tributo ad Alex Baroni interpretando il brano L'amore ha sempre fame.
È del 2007 la partecipazione come celebrità al Festival di Sanremo, dove duetta con Amalia Gré nel brano Amami per sempre, scritto dalla stessa Gré con Michele Ranauro e Paola Palma. Nello stesso anno ha pubblicato un singolo intitolato No matter, in collaborazione con il DJ Mario Fargetta. Sempre nello stesso anno partecipa al disco di Ornella Vanoni, Una bellissima ragazza, cantando con lei in Cosa m'importa. (Continua) . . .

Elenco delle basi Karaoke disponibili

 
  1. Amami per sempre
  2. Be lonely
  3. Close to you
  4. Come in ogni ora
  5. Cosa m'importa
  6. E se domani
  7. L'aria che respiro
  8. Non smetterei più
  9. Rio de Janeiro Blues
  10. Solamente lei
  11. This is what you are
  12. Trinity