Fred Bongusto

 

 

 

Bongusto, già conosciuto come musicista mentre è studente a Campobasso, inizia la carriera come cantante di piccoli complessi locali; entra poi nel 1960 nel gruppo I 4 Loris (composto da Renato Silvestri, Loris Boresti, Luciano Bigoni e Nini Mezzet, oltre che da Bongusto), con cui inizia a cantare come voce solista.

Il debutto discografico arriva grazie all'amicizia che lo lega a Ghigo Agosti, che gli scrive e compone il brano Bella Bellissima incisa su 45 giri nel 1960, accompagnata sul lato B da Doce Doce; Bella bellissima, ma ancora di più il lato B, si rivelò, per l'esordiente cantante, un trampolino di lancio nel mondo dello spettacolo.

I 4 Loris ottengono un contratto discografico con la Primary di Giovanni Battista Ansoldi e debuttano nel 1961 con il 45 giri Madison Italiano/Notte d'amore, dove Notte d'amore è la reinterpretazione di Jealous Lover di Charles Williams, canzone inserita nella colonna sonora del film L'appartamento di Billy Wilder, con il testo italiano curato da Misselvia.

Una rotonda sul mare è considerato il suo successo maggiore. Tra gli altri suoi brani più noti vi sono Malaga, Spaghetti a Detroit, Amore fermati, Doce doce, Frida, Tre settimane da raccontare, La mia estate con te, Lunedì e Prima c'eri tu che vinse nel 1966 Un disco per l'estate, manifestazione alla quale ha partecipato anche nel 1964 con Mare non cantare, nel 1965 con Il mare quest'estate, nel 1969 con Una striscia di mare, nel 1972 con Questo nostro grande amore e nel 1974 con Perdonami amore. Nel 1976 e nel 1977 incide due grandi successi che rimarranno negli anni: Tre settimane da raccontare (Testa-Malgoni) e Balliamo (Di Francia-Iodice-Di Francia).

Oltre ad aver partecipato a un paio di film musicali nella prima metà degli anni sessanta (Obiettivo ragazze, Questi pazzi, pazzi italiani), Bongusto si è anche prodotto come autore di colonne sonore: ne ha curate una trentina per film di successo come Il tigre di Dino Risi, Malizia (candidata al Nastro d'argento) e Peccato veniale di Salvatore Samperi, Venga a prendere il caffè da noi e La cicala di Alberto Lattuada, oltre ad aver interpretato la sigla di chiusura Quattro colpi per Petrosino dello sceneggiato Joe Petrosino di Daniele D'Anza.

Nel 1986 partecipa al Festival di Sanremo con Cantare (Di Francia-Iodice-Bongusto) ottenendo un ottimo successo, tanto che il brano fu il più eseguito in quell'estate. (cfr. Almanacco Panini su Sanremo) (Continua) . . .

Elenco delle basi Karaoke disponibili

 
  1. Accarezzami amore
  2. Amore fermati
  3. Amore scusami
  4. Attento disk jockey
  5. Balliamo
  6. Bastardo amore
  7. Bruttissima bellissima
  8. Che bella idea
  9. Comm aggia fa'
  10. Core 'ngrato
  11. Doce doce v.1
  12. Doce doce v.2
  13. Facciamo finta di volerci bene
  14. Facciamo pace
  15. Frida
  16. Guarda che luna
  17. Il nostro amor segreto
  18. La mia estate con te
  19. Le foglie morte
  20. O cielo ci manna ste cose
  21. O sole mio
  22. Ore d'amore
  23. Passione
  24. Questo nostro grande amore
  25. Rosa
  26. Scusa
  27. Se ci sta lei
  28. Se l'amore potesse ritornare
  29. Se tu non fossi bella come sei
  30. Settembre a nnuie
  31. Spaghetti a Detroit v.1
  32. Spaghetti a Detroti v.2
  33. Tre settimane da raccontare
  34. Una rotonda sul mare